Il piccolo amico – Donna Tartt

 8817871524-Tutta la vita Charlotte Cleve si sarebbe sentita in colpa per la morte del figlio, essendo stata sua la decisione di pranzare, in occasione della festa della mamma, alle sei del pomeriggio invece che a mezzogiorno, dopo la messa, come i Cleve avevano sempre fatto.

Così inizia il secondo libro di Donna Tartt. Molti avranno certamente letto questo libro conoscendo già il primo successo dell’autrice: Dio di illusioni (Tradotto dall’originale titolo “The secret history”). Per sfornare il secondo volume ci sono voluti ben 10 anni…

Non fatevi ingannare dalla copertina un po’ angosciante (che nell’ultima edizione hanno cambiato e adattato) o dal retrocopertina che sembra promettervi un giallo indimenticabile. Perché non troverete molto di ciò. Non trovere neanche molto delle atmosfere e dei personaggi di “Dio di illusioni”. Questa è tutta un’altra storia. Una storia che definirei più d’avventura, che di vendetta. Certo la protagonista, Harriet, una ragazzina di 12 anni, dopo la morte misteriosa e macabra del suo fratellino Robin (trovato impiccato il giorno della festa della mamma), decide di voler trovare il colpevole e vendicare così la sua morte. Hely, l’amichetto fedele, anche se un po’ troppo logorroico, l’aiuterà in questa impresa che ovviamente alla fine porterà solo guai. Harriet è convinta che il colpevole sia l’ultima persona con cui, a quanto pare, è stato visto: Danny Ratliff. Danny fa parte di una famiglia povera e piena di delinquenti. Tutti per un motivo o per un altro sono stati in prigione e ancora fanno parte di traffici illegali. E fin qui, tutto prosegue bene, la storia è interessante e si aspetta il compimento della vendetta, che però fallisce e la storia comincia a dilungarsi un po’ troppo… Ovviamente è un po’ improbabile che una ragazzina e un ragazzino riescano in un piano in modo perfetto e da lì cominciano le varie complicazioni. Danny intuisce che qualcuno lo segue e comincia a dare caccia alla ragazzina misteriosa… Di contorno ci sono molti altri personaggi: Farish, il fratello di Danny (e Gum, Eugene, Curtis), Edie, Adelaide e Tatty le zie di Harriet, Allison la sorella, Charlotte e Dix i genitori e Libby la nonna. Oltre all’avventura viene anche raccontata la storia di queste due famiglie. L’una povera e disgraziata, l’altra ricca, ma con una perdita atroce che sconvolgerà la madre per sempre e di conseguenza anche il resto della famiglia non riuscirà mai a voltare veramente pagina.

In conclusione non l’ho trovato malissimo, è scritto bene e i protagonisti sono abbastanza interessanti, ma verso la fine la trama diventa un po’ troppo dispersiva, lenta e noiosetta. In poche parole: Se volete leggere un giallo è meglio scegliere un altro libro, se volete una storia di avventure e di famiglie, allora potrebbe piacervi.

Annunci

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...