Il diario perduto di Jane Austen – Syrie James

Trama: “Quelli che leggono i miei romanzi potrebbero chiedersi come può una donna, che nella sua vita non è mai stata nemmeno corteggiata e che non ha mai provato la meravigliosa sintonia di anima e corpo che unisce due persone, pretendere di scrivere sull’amore. La mia risposta è che una mente astuta e un occhio attento, uniti a una fervida immaginazione, possono creare qualsiasi tipo di illusione letteraria. La verità è che ho conosciuto un uomo che mi ha fatto provare realmente le profonde emozioni che descrivevo nei miei libri, che ha risvegliato la mia anima, da lungo tempo ormai sopita. Di quest’uomo non ho mai potuto parlare, ho dovuto relegare il mio amore per lui in un angolo nascosto del mio cuore e bandirlo per sempre. Io, però, non l’ho dimenticato.” E se la vita di Jane Austen non fosse stata esattamente come ce l’hanno raccontata? Se dietro ai personaggi indimenticabili di Mr. Darcy, Willoughby ed Edward Ferrars si nascondesse un uomo reale? C’è un solo scritto che riporta questa storia mai dimenticata, per Jane fu il più intimo, il più vero: il suo diario.

Ho deciso di regalarmi questo libro per Natale dato che ormai ho finito di leggere tutti i romanzi della Austen e visto che lei mi piace molto. Ovviamente questo diario – anche se l’autrice fa di tutto per farlo sembrare veritiero – è pura fantasia. Non è mai stato ritrovato nulla di simile. Però i fatti biografici, le persone attorno a Jane e molto altro sono spunti davvero reali e conosciuti dagli storici. 
Il libro è stata una piacevole lettura, proprio nello stile Jane Austen. Provare ad immaginare la vita di questa grande scrittrice, i spunti di vita che hanno ispirato i suoi personaggi e una storia d’amore struggente nascosta e, purtroppo, non di lieto fine, come invece accade in tutti i suoi romanzi, è stata una bella sensazione ed a tratti mi ha emozionato. A volte, a mio avviso, è un po’ forzato il rapporto tra la vita di Jane e i suoi romanzi, però per chi l’ama come scrittrice è bello pensare che anche lei abbia potuto almeno una volta nella sua vita vivere un amore grande, forte e passionale come quello che racconta nei suoi romanzi. Se poi non sia mai accaduto, non si sa. Però immaginarselo e fantasticare si può sempre ;)Personalmente credo che alle appassionate di Jane Austen questo libro possa piacere, anche se forse è bene leggerlo solo dopo aver letto i romanzi originali e senza aspettarsi comunque qualcosa di assolutamente originale e innovativo. Piacevole lettura che chiude questo mio anno 2009 di letture. 

Annunci

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...