La sottile linea scura – Joe R. Lansdale

 Trama: Nell’afosa estate texana del 1958, il tredicenne Stanley Mitchell lavora nel drive-in del padre, e mette il naso in un segreto che doveva rimanere celato. E la “perdita dell’innocenza” di Stanley, in quell’estate in cui il mondo per lui cambia per sempre, coincide con il miracolo di una resurrezione davvero magica. In perfetta naturalezza, Lansdale ricrea le voci, il sapore, la vita, di un tempo scomparso del tutto, come non fosse mai esistito. La “sottile linea scura”, che segna per Stanley la scoperta del male del dolore e della morte insieme con l’esplosione del sesso e la consapevolezza del conflitto razziale, diventa la parete trasparente da varcare per immergerci in quegli anni Cinquanta lontani ormai come la preistoria.

Prezzo: 12,00
Pagine: 296
Anno: 2002

L’anno scorso ho letto per la prima volta qualcosa di Lansdale, si trattava del romanzo “In fondo alla palude”. Devo dire che mi piacque molto… La sottile linea scura riprende gli stessi temi (tensioni razziali, crescita e formazione personale) de “In fondo alla palude” e se vogliamo anche de “Il buio oltre la siepe” (di cui devo ancora leggere il libro, ma ho visto il film). La sottile linea scura è però ambientato non più negli anni ’30, ma negli anni ’50, in  quelli in cui è davvero cresciuto Lansdale. L’io narrante è sempre un ragazzino ingenuo, che però in una sola estate fa grandi scoperte che lo porteranno alla perdita dell’innocenza infantile. Molto delicato nella narrazione (a contrario di come è Lansdale, invece, nella serie Hap&Leonard), attraverso gli occhi di questo ragazzino si scava e si indaga in un torbido mistero… In fondo alla palude mi aveva già colpito molto, ma questo ancora di più. Forse perché il mistero è più intrigante e meglio strutturato. A chi ama le storie di vita ed è sensibile e interessato a determinati temi, sicuramente questo libro piacerà.

Annunci

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...