Via col vento – Margaret Mitchell

Chi non conosce Via col vento? Beh, di fama sicuramente quasi tutti, ma la storia intera? Da piccola avevo visto qualche spezzone del film (di 3 ore 40 minuti!), ma poi un po’ di tempo fa mi è venuta voglia di leggere il libro, o meglio il mattonazzo (di 872 pagine nell’edizione economica). Dopo averlo letto, ho guardato il film…

Trama: Rossella O’Hara è la viziata e capricciosa ereditiera della grande piantagione di Tara, in Georgia. Ma l’illusione di una vita facile e agiata si infrangerà in brevissimo tempo, quando i venti della Guerra Civile cominceranno a spirare sul Sud degli Stati Uniti, spazzando via in pochi anni la società schiavista…

Via col vento è definita una delle più grandi storie d’amore, anche se in realtà dietro c’è ben di più. Calcolando il numero di pagine del libro (872 nella mia edizione, più di mille in altre) è ovviamente impossibile pensare che il film possa essere davvero fedele al libro. Infatti, è proprio così: nonostante le 3 ore e 40 minuti di film, molto, moltissimo è stato tagliato. Se si guarda il film subito dopo aver letto il libro, come ho fatto, è inevitabile non pensare che la pellicola non dia giustizia alla completezza e ricchezza del libro. Con questo non voglio dire che il famoso film sia brutto, anzi, Rhett (Clark Gable) e Rossella (Vivien Leigh) sono molto bravi e adatti al loro ruolo, ma quasi tutta la parte storica (secondo me molto interessante) va persa, come anche lo spessore dei vari personaggi. Il libro è, in poche parole, superiore. La Mitchell riesce a raccontare ottimamente la caduta del Sud e le sue conseguenze sociali… a volte arrivando persino ad essere un po’ troppo di parte e quasi razzista. Specialmente all’inizio mi ha infastidita molto il modo di parlare degli schiavi e alcune situazioni. Poi dopo, arriva quasi anche a giustificare la nascita del Ku Klux Klan… Ma su questo fronte torna poi indietro. Ad ogni modo ho trovato interessante leggere il pensiero, vedere la prospettiva Sudista e sono arrivata a riflettere su alcune cose che prima non avevo mai preso in considerazione. 
Per quanto riguarda la storia d’amore… fin a più della metà del libro superata mi sono detta: è dove sarebbe questo grande amore tanto decantato? Rossella è talmente egoista da non poter amare che se stessa! Se proprio ama qualcuno, quello è Ashley… ma in realtà anche in questo caso non è lui che ama, ma l’immagine che si è fatta di lui… E Rhett, lo detesta! Eppure, alla fine, anche Rossella si riscatta, e cresce. Rhett rimane, invece, sempre un personaggio favoloso e intrigante, una canaglia, ma con un cuore grande. Mi è piaciuta anche molto Melania, che può sembrare un’ingenua sciocca, ma invece ha una grande forza e bontà, anche se diversa da quella intraprendente di Rossella.

Concludendo… leggete il libro! Ne vale veramente la pena. Nel film si sono concentrati maggiormente sugli incontri tra Rhett e Rossella, ma nel libro troverete anche una parte di storia americana importante, descritta molto bene e mai noiosa. Nel 1937 Via col vento ha vinto il premio Pulitzer ed è più tardi diventato un classico moderno. Per chi non si accontentasse del finale di Via col vento: “Domani è un altro giorno” e volesse sapere se alla fine Rossella e Rhett sarebbero invecchiati assieme, può provare (come farò anch’io) a leggere anche Rossella della Ripley. 

Annunci

2 pensieri su “Via col vento – Margaret Mitchell

  1. Io ho capito di essere totalmente rimbambita, non avevo fatto “subscribe” anche se ti seguo praticamente da sempre. Boh!!!
    Comunque a me è successa la stessa cosa: ho semrpe visto il film (mia mamma mi ha educata a pane e via col vento) e poi m’è venuta la curiosità di leggere il libro. E’ vero, nel film è stato tagliato molto, e infatti molte scene puoi capirle meglio se hai letto il libro. In ogni caso gli attori sono perfetti e il film è fantastico. Il libro però lo è di più 😛
    la fine però mi ha sempre lasciata di stucco. Non è giusto!!! Anche a me comunque sono piaciuti come personaggi Rhett e Melania, e invece ho odiato Ashley (quello vero, non quello che credeva di amare Rossella).

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...