Il linguaggio dei fiori II

Si è scoperto che il significato dei fiori del libro è legato particolarmente all’epoca vittoriana, quindi può differire da altri, che magari hanno origini mitologiche o provenienti da altre tradizioni o dalle caratteristiche del fiore stesso 😉 Le spiegazioni del significato non provengono dal libro della Diffenbaugh, ma le ho trovate qua e là.

Stellaria: benvenuto

La Stellaria Maggiore deve il nome alla forma dei propri fiori, a stella; nell’antichità era, infatti, semplicemente chiamata con il nome latino stella. La tradizione attribuisce, inoltre, a questi fiori ed agli infusi derivati con gli stessi poteri medicali. Più precisamente la Stellaria Maggiore è indicata soprattutto per alleviare gli stati d’insofferenza e dolore delle ossa. In passato, era utilizzata come rimedio in caso di fratture. Da questa proprietà deriva il significato associato al fiore ovvero calma e pacatezza.

Margherita: innocenza

Si dice abbia facoltà profetiche. Gli innamorati la sfogliano per sapere se il loro amore è ricambiato. Nel Medioevo, le donne riconoscevano pubblicamente di essere amate e di riamare quando concedevano al loro cavaliere il permesso di ornare il proprio scudo con due margherite. Opposto è il messaggio che altri hanno assegnato al fiore: quando una donna non era sicura dell’affetto dell’amato si ornava la fronte con margherite. È il simbolo della semplicità, freschezza e purezza.

Rosmarino: ricordo

Rami di questo arbusto erano impiegati nell’antichità nei riti propiziatori ed in quelli funebri (quasi come l’incenso nei giorni attuali), per le caratteristiche che le venivano attribuite di allontanare gli spiriti malvagi. Nell’antica Grecia era consacrato ad Ares, il dio della guerra: rami di rosmarino venivano posti tra le braccia dei defunti come simbolo di immortalità dell’anima. Secondo Ovidio, poeta romano autore delle Metamorfosi, la prima pianta di rosmarino prese origine dal corpo della principessa persiana Leucothoe, sedotta da Apollo ed uccisa dal proprio padre, quando i raggi del sole ne lambirono le spoglie.
Nel Medioevo il rosmarino veniva usato per scacciare spiriti maligni e streghe durante i riti esoterici, e per molto tempo è stato utilizzato come amuleto per schermarsi dalle forze maligne e dalle malattie. Il suo profumo, molto persistente, era equiparato al ricordo, alla costanza, alla devozione, alla memoria; veniva perciò usato nei filtri d’amore per incantare il cuore ed attirare i ricordi amorosi. Anche nell’Amleto di Shakespeare il rosmarino simboleggia la memoria.

Aquilegia: abbandono

L’aquiligia ha anche molti altri significati, provenienti da diverse epoche e tradizioni. Oltre l’abbandono, può anche simboleggiare la follia (per il fatto che il fiore con la sua forma bizzarra ricordava il cappello di un giullare), il capriccio, l’egoismo e l’esibizionismo.

Agrifoglio: lungimiranza

I Druidi lo usavano per cacciare gli spiriti maligni; Plinio il Vecchio, nel primo secolo A.C., consigliava di piantarlo vicino alla porta di casa, per proteggerla dalla perfidia dei malvagi. In molti paesi del Nord, nel Medioevo, si pensava che questa pianta fosse dotata di un potere superiore a quello degli aggressori e la capacità di proteggere dalle intemperie nelle lunghe notti buie in inverno. L’agrifoglio ha conservato il significato di eternità e aggressività, date le sue foglie pungenti. E’ usato per addobbare la casa durante il periodo natalizio, fa spesso parte di “scacciaguai”. Esiste anche una particolare varietà di agrifoglio e cioè quello sudamericano, Matè, che ha foglie poco spinose dalle quali, una volta essiccate e tostate, si ricava un ottimo infuso eccitante.

Mandorlo comune: indiscrezione

Rosa rossa: amore; Rosa gialla: infedeltà, gelosia

Sin dai tempi più antichi è stata considerata la “regina dei fiori”, diventando simbolo di eleganza, di bellezza e di fragilità. É da sempre il fiore più cantato dai poeti e nominato sia dagli antichi scrittori che dai libri sacri delle varie religioni. Gli antichi greci la consideravano il fiore di Venere, della quale cingevano le statue con fiori di mirto e di rosa. L’isola di Rodi prende il nome da questo fiore ed era chiamata “l’isola delle rose”. Innumerevoli sono le leggende greche nelle quali è coinvolto questo fiore. Nell’antica Roma, testimoniate fin dal I secolo d.C., si tenevano le Rosalia o festa delle rose, che rientravano nel culto dei morti. Agli albori del cristianesimo la rosa era coltivata perché le sue spine ricordavano la passione di Cristo, ma pian piano questo fiore è andato sempre più associandosi al culto della Madonna, il cui cuore è raffigurato trafitto da spine di rosa. Simbolo anche della riservatezza, una rosa stilizzata a cinque petali fu spesso utilizzata per ornare i confessionali con la scritta “sub rosa”, sotto il sigillo del silenzio e della discrezione. Oggi si attribuiscono diversi significati alla rosa a seconda del colore del fiore: la rosa rossa simboleggia l’amore passionale, quella bianca l’innocenza, la purezza e l’amore spirituale, la rosa gialla il tormento e la gelosia, quella rosa l’amicizia.

Girasole: false ricchezze, allegria, orgoglio

È un fiore che ha origini antiche: nell’America settentrionale sono stati trovati resti di questo fiore che risalgono a tremila anni prima di Cristo. Gli Indiani d’America lo consideravano una pianta sacra in quanto consentiva all’uomo di farne molteplici usi. In Perù è l’emblema del Dio Sole. E’ dal Perù che il girasole venne per la prima volta importato in Europa. Il girasole fu apprezzato dal Re Luigi XIV, il Re Sole e durante l’età vittoriana, in Gran Bretagna, venne disegnato su stoffe, inciso nel legno, forgiato nei metalli; Oscar Wilde volle il girasole come simbolo del movimento estetico che lui stesso aveva fondato. In Italia, poeti come Eugenio Montale e Gabriele D’Annunzio hanno elogiato il girasole nei propri versi. Nelle opere di Van Gogh la presenza del fiore è ricorrente.

Annunci

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...