La top 50 di Americana Contemporanea (2011)

Da un po’ mi sto interessando alla letteratura americana, di cui ho notato non ho moltissime conoscenze. Su Anobii (Social Network dalle mille risorse :D) ho trovato un gruppo (Americana Contemporanea) che ha stilato per l’anno 2011, come “i 50 titoli da leggere“, i seguenti libri:

1) “Furore” (Steinbeck)
2) “Underworld” (DeLillo)
3) “Pastorale americana” (Roth)
4) “Revolutionary Road” (Yates)
5) “Il giovane Holden” (Salinger)
6) “Infinite Jest” (Wallace)
7) “Il buio oltre la siepe” (Lee)
8 ) “La versione di Barney” (Richler)
9) “Lolita” (Nabokov)
10) “La strada” (McCarthy)
11) “Il grande Gatsby” (Fitzgerald)
12) “American Tabloid” (Ellroy)
13) “Il dono di Humboldt” (Bellow)
14) “L’arcobaleno della gravità” (Pynchon)
15) “Tenera è la notte” (Fitzgerald)
16) “L’urlo e il furore” (Faulkner)
17) “Mentre morivo” (Faulkner)
18) “Le correzioni” (Franzen)
19) “La macchia umana” (Roth)
20) “Cronache marziane” (Bradbury)
21) “Chiedi alla polvere” (Fante)
22) “A sangue freddo” (Capote)
23) “Herzog” (Bellow)
24) “Principianti” (Carver)
25) “Fahrenheit 451” (Bradbury)
26) “Amatissima” (Morrison)
27) “Ubik” (Dick)
28) “Rumore bianco” (Delillo)
29) “Sulla strada” (Kerouac)
30) “Il vecchio e il mare” (Hemingway)
31) “Olive Kitteridge” (Strout)
32) “Per chi suona la campana” (Hemingway)
33) “Assalonne, Assalonne” (Faulkner)
34) “Cattedrale” (Carver)
35) “Suttree” (McCarthy)
36) “Fiesta” (Hemingway)
37) “Nove racconti” (Salinger)
38) “Il falò delle vanità” (Wolfe)
39) “Preghiera per un amico” (Irving)
40) “The Easter parade” (Yates)
41) “Il grande sonno” (Chandler)
42) “La famiglia Moskat” (Singer)
43) “Tutti i racconti” (O’Connor)
44) “It” (King)
45) “Il tempo di una canzone” (Powers)
46) “Meridiano di Sangue” (McCarthy)
47) “Al Dio sconosciuto” (Steinbeck)
48) “Le tre stimmate di Palmer Eldritch” (Dick)
49) “Luce d’agosto” (Faulkner)
50) “Il lungo addio” (Chandler)

Finora ne ho letti solo sette! Ma una lista come questa, mi serve proprio per sapere quali altri titoli potrebbe valer la pena leggere. Alcuni so che non mi interessano, altri invece li ho già in wishlist e sicuramente li leggerò. Spero potrete prenderne spunto anche voi 🙂 Se avete qualche consiglio, non esitate a scriverlo 😉

Annunci

14 pensieri su “La top 50 di Americana Contemporanea (2011)

  1. Sto per terminare “Pastorale Americana” di Philip Roth e lo trovo meraviglioso.
    Anche io come te di questa lista ho letto soltanto una decina di letteratura americana contemporanea. Prendo spunto e se non ti dispiace mi ispiro a questo elenco 🙂

  2. Allora, di quelli che non hai segnato ho letto Il giovane Holden (ben 3 volte) e Il vecchio e il mare, due libri veramente bellissimi. Te li consiglio 🙂

  3. Con Roth ho avuto un primo incontro non molto positivo, ma penso che dovrei prima o poi ritentare con Pastorale americana…

    Il giovane Holden è una di quelle letture che mi riprometto sempre di fare e poi non ho mai fatto. Cercherò di seguire i tuoi consigli, grazie! 🙂

  4. Bellissimo quel gruppo, ci sono pure io 😀 ho letto solo 5 di questi 50, ma di Steinbeck ne ho letti diversi non presenti in questa “top 50”. Per quanto riguarda Stephen King preferisco L’ombra dello scorpione a IT. Manca Asimov :/

  5. Pingback: I cento classici da leggere secondo Anobii | Diario di una lettrice

  6. Sì, è vero, Asimov non c’è… mi pare che anche qualcuno nel gruppo l’avesse fatto notare… Però, appunto, le classifiche oggettive secondo me non esistono veramente, ognuno probabilmente ne farebbe una diversa. Chissà, magari un giorno riuscirò a farne una tutta mia 😀

  7. Sto per finire Kim di Rudyard Kipling e lo trovo veramente interessante. Consiglio a tutti di leggerlo. Anch’io come altri utenti che hanno lasciato un commento ne ho letti pochi però mi sa proprio che prenderò spunto da questa lista per leggere nuovi libri soprattutto affascinanti. Complimenti al produttore!!!

  8. La famiglia Moskat è stupendo! Se ti piacciono i bei libroni che narrano le vicende di una famiglia su lunghi periodi è perfetto! Ti consiglio anche Fante, se ti piace il genere Grande Depressione e Yates con la sua spietata analisi dei rapporti!
    Se ti fa piacere passa da me!
    Buona lettura 🙂

    • La famiglia Moskat entro l’anno spero di riuscire a leggerlo… mi piacciono le saghe famigliari, quando scritte bene. Yates non l’ho mai letto, ma mi incuriosisce molto e Fante vedrò 😉 Grazie dei consigli e passerò senz’altro a dare un’occhiata al tuo blog.

  9. si potrebbe aggiungere Franzen (liberta – correzioni) Ellroy (L.A. Confidential – American Tabloid) Easton Ellis (american Psyco) Mc Carty (Cavalli selvaggi) de Lillo (Underworld)

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...