Le mie letture dell’anno 2009

Ecco le mie letture da gennaio ad oggi:

Gennaio

1. La metamorfosi e altri racconti – Franz Kafka
2. Diary – Chuck Palahniuk
3. Amore, Prozac e altre curiosità – Lucía Etxebarría
4. Castelli di rabbia – Alessandro Baricco
5. La solitudine dei numeri primi – Paolo Giordano
6. L’abbazia di Northanger – Jane Austen
7. Seta – Alessandro Baricco
8. Come Dio comanda – Niccolò Ammaniti

Febbraio

9. Cime tempestose – Emily Brontë
10. Carta bianca – Carlo Lucarelli
11. Senza sangue – Alessandro Baricco
12. Le quattro casalinghe di Tokyo – Natsuo Kirino
13. Dell’amore e di altri demoni – Gabriel García Márquez
14. Oceano mare – Alessandro Baricco

Marzo

15. La ragazza di giada – Lisa See
16. A sud del confine, a ovest del sole – Haruki Murakami
17. Qualcuno con cui correre – David Grossman
18. Uomini che odiano le donne – Stieg Larsson
19. Tracce dell’anima – Carlo Castellaneta

Aprile

20. Il bar delle grandi speranze – J.R. Moehringer
21. Il principe della nebbia – Carlos Ruiz Zafón
22. 1984 – George Orwell
23. Avventure della ragazza cattiva – Mario Vargas Llosa
24. Tecniche di seduzione – Andrea De Carlo
25. Chi è morto alzi la mano – Fred Vargas
26. Il mondo di Sofia – Jostein Gaarder

Maggio

27. La ragazza che giocava con il fuoco – Stieg Larsson
28. Spider – Patrick McGrath
29. Mister Pip – Lloyd Jones

Giugno

30. Le intermittenze della morte – José Saramago
31. Assassino senza volto – Henning Mankell
32. Decidere – Rino Rumiati

Luglio

33. Il piccolo amico – Donna Tartt
34. La custode di mia sorella – Jodi Picoult
35. La signora delle camelie – Alexandre Dumas figlio
36. Un po’ più in là sulla destra – Fred Vargas
37. Marina – Carlos Ruiz Zafón

Agosto

38. L’uomo dei cerchi azzurri – Fred Vargas
39. Twilight – Stephenie Meyer
40. La profezia della curandera – Hernàn Huarache Mamani
41. New moon – Stephenie Meyer
42. Eclipse – Stephenie Meyer
43. I cani di Riga – Henning Mankell
44. Brava a letto – Jennifer Weiner 
45. Jane Eyre – Charlotte Brontë
46. In fondo alla palude – Joe R. Lansdale
47. La regina dei castelli di carta – Stieg Larsson

Settembre

48. Non buttiamoci giù – Nick Hornby
49. Il giardino di cemento – Ian McEwan
50. La pioggia prima che cada – Jonathan Coe
51. I love shopping – Sophie Kinsella

Ottobre

52. Tolleranza zero – Irvine Welsh
53. Latinoamericana – Ernesto Guevara
54. Hitler – Giuseppe Genna
55. Il bambino con il pigiama a righe – John Boyne
56. Die Welle – Morton Rhue

Novembre

57. Il ritratto di Dorian Gray – Oscar Wilde
58. Notre-Dame de Paris – Victor Hugo
59. Digiunare, divorare – Anita Desai
60. Lo sguardo di uno sconosciuto – Karin Fossum

Dicembre

61. La virtù femminile – Harumi Setouchi
62. Persuasione – Jane Austen
63. Le lacrime di Nietzsche – Irvin D. Yalom
64. Ogni cosa è illuminata – Jonathan Safran Foer
65. Il diario perduto di Jane Austen – Syrie James

I colori stanno per un giudizio generale. Sono stile semaforo. Rosso: non mi è piaciuto proprio per niente o mi ha annoiato a morte. Arancione: Così così, per un motivo o per un altro (comunque ben leggibile). Verde: ok, anche se tra i libri in verde ci sono delle differenze (ci sono quelli appunto solo ok, quelli belli e quelli stupendi :-)).

Annunci

5 pensieri su “Le mie letture dell’anno 2009

  1. Ciao Manu (mi pare di aver capito sia questo il tuo nome).
    Accidenti quanti libri hai letto dall’inizio dell’anno, e io pensavo di legegre tanto!
    Metto anche io delle recensioni nel mio blog, scritte un po’ alla mia maniera e noto che abbiamo letto dei libri in comune… mi daro’ la pazienza di legegre le tue considerazioni cosi’ per vedere e confrontare il nostro gradimento. Noto co piacere che molti titoli son scritti in verde e che quindi la tua scelta nelle letture trova riscontro popsitivo… non sempre succede.
    Complimenti davvero per questo spazio al quale dedichero’ senz’altro il mio interesse.
    Un caro saluto
    Dona

  2. Ciao Dona,
    sono passata sul tuo blog, interessante! Anch’io fino all’anno scorso non leggevo così tanto come ora e già mi sembrava molto. Devo ammettere però che poi tra anobii e forum di lettori (dove sono presenti veri divoratori di libri), la voglia di leggere è aumentata molto e anche la lista dei libri da leggere! Credo che sia stato un po’ contagioso 🙂
    Grazie della visita,
    Manu.

  3. è un piacere incontrare qualcuno che come me ama la lettura
    anche io divoro i libri 😀
    poco d’accordo sul rosso “il principe della nebbia”
    uno scrittore che a me piace tantissimo
    molti titoli li ho letti e alcuni li scopro ora
    leggo la recensione e 😀 me li procuro
    grazie

  4. Il principe della nebbia l’ho messo in rosso perché non amo molto le storie surreali… in realtà come libro penso che a molti possa anche piacere. Per questo motivo il migliore libro di Zafón per me è l’ombra del vento, l’unico che si mantiene ad un livello verosimile. Però ammetto che è questione di gusti 🙂

  5. L’ombra del vento l’ho letto e penso di averne anche scritto mentre l’altro no. In entrambe mi attirava la copertina, molto.
    Non so per quale motivo, ma di sicuro deve esserci se non l’ho ancora letto… forse uno di Zafon puo’ bastare…
    Un caro saluto
    Dona

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...